Print Friendly, PDF & Email
29.12.2005 - rifiuti

RIMOZIONE AMIANTO – DOMANDE DI FINANZIAMENTO PER LA BONIFICA DI PICCOLI QUANTITATIVI – RIAPERTURA DEL BANDO

RIMOZIONE AMIANTO – DOMANDE DI FINANZIAMENTO PER LA BONIFICA DI PICCOLI QUANTITATIVI – RIAPERTURA DEL BANDO RIMOZIONE AMIANTO – DOMANDE DI FINANZIAMENTO  PER LA BONIFICA  DI PICCOLI QUANTITATIVI – RIAPERTURA DEL BANDO

Con delibera n. 8/848 del 20 ottobre 2005, pubblicata sul B.U.R.L. n. 44 del 31/10/2005, la Regione Lombardia ha deciso di riaprire i termini per la presentazione delle domande di finanziamento destinate a chi, privati o Amministrazioni comunali, abbia necessità di smaltire piccoli quantitativi di materiali contenenti amianto, in attuazione della legge regionale n. 17/2003  recante “Norme per il risanamento dell’ambiente, bonifica e smaltimento dell’amianto”.
E’, inoltre, prevista la riapertura del bando per individuare le aziende convenzionate alle operazioni di smaltimento, specificandone caratteristiche e requisiti.
I soggetti ammissibili ai contributi sono privati, proprietari di edifici adibiti ad attività artigianale a conduzione familiare e i Comuni.
La domanda va presentata entro il 30/06/2006 presso il Comune nel quale è ubicato l’immobile o l’area con presenza di amianto. Non sono ammesse più domande per uno stesso edificio/area. La presentazione della domanda soddisfa anche l’obbligo per il proprietario di comunicare alla ASL competente per territorio la presenza di amianto negli edifici, luoghi, impianti, limitatamente ai materiali oggetto della domanda stessa. La graduatoria per l’ammissione ai contributi terrà conto dei seguenti criteri in ordine di priorità:
– rifiuto abbandonato su suolo pubblico;
– rifiuto abbandonato su suolo privato;
– manufatto utilizzato come copertura/parete divisoria posto a distanza inferiore a 100 m. da edifici adibiti a civile abitazione o da luoghi aperti al pubblico;
– manufatto utilizzato come copertura/parete divisoria posto a distanza superiore a 100 m. da edifici adibiti a civile abitazione o da luoghi aperti al pubblico;
Per “piccoli quantitativi di amianto” si intendono rifiuti o manufatti di cemento-amianto non superiori a 30 metri quadrati e a 450 chilogrammi di peso e ubicati a non più di 2 metri dal suolo.
Il finanziamento complessivo è di 900mila euro; la spesa massima ammissibile è di € 450,00 (IVA inclusa) per ogni singolo intervento e il contributo massimo di € 135,00 (IVA inclusa). 
E’ possibile reperire il testo della delibera contattando gli uffici del Collegio.


ANCE Brescia - Riproduzione e utilizzazione riservata ai sensi dell’art. 65 della Legge n. 633/1941