Print Friendly, PDF & Email
27.09.2013 - lavori pubblici

LL.PP. – AL FINE DEL RISPETTO DEI PAGAMENTI È NECESSARIO CHE L’ENTE PREDISPONGA ANCHE UN BILANCIO DI CASSA PER IL RISPETTO DEI PAGAMENTI

(CORTE DEI CONTI, sez. controllo Lombardia, parere 3 maggio 2013, n. 182)

 

La programmazione dei pagamenti è funzionale a prevenire situazioni patologiche in cui l’amministrazione ag¬giudicatrice, soggetta ai vincoli del patto di stabilità, non riesca a far fronte tempestivamente alle proprie ob-bligazioni e ad impedire, pertanto, che siano assunti atti di impegno riferibili ad obbligazioni che potranno es¬sere adempiute (nel corso dell’esercizio o degli esercizi successivi) soltanto con pagamenti determinanti lo “sforamento” del patto di stabilità. Le novità normative introdotte dall’art. 9 della L. n. 102/2009 (di conversio¬ne del D.L. n. 78/2009) e le buone pratiche della gestione finanziaria impongono pertanto l’obbligo di affiancare al tradizionale bilancio di competenza finanziaria di cui al D.Lgs. n. 267/00, un bilancio di cassa in cui prevedere – in relazione ai cronoprogrammi allegati ai progetti esecutivi, al tempo contrattuale di ultimazione dei lavori, all’ammontare degli stati di avanzamento lavori, alle modalità di finanziamento e alle modalità di erogazione delle risorse stabilite negli atti di concessione – le somme che si prevede di incassare e di pagare, in conto competenza ed in conto residui.


ANCE Brescia - Riproduzione e utilizzazione riservata ai sensi dell’art. 65 della Legge n. 633/1941