Print Friendly, PDF & Email
Tel. 030.399133 - Email: info @ ancebrescia.it
10.01.2014 - economia

ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE EDILI BRESCIANE 2008-2012

Microsoft Word - COLLEGIO.doc

ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA
DELLE IMPRESE EDILI BRESCIANE
2008 – 2012

Testo dell’Analisi (in formato PDF) 

CCIAA NUOVO logo_standard_blu

PREFAZIONE

Il Rapporto Analisi economico – finanziaria delle imprese edili bresciane 2008-2012 ha per oggetto l’analisi delle condizioni di equilibrio reddituale, finanziario e patrimoniale delle imprese edili, rette in forma di società di capitali e associate al Collegio dei Costruttori Edili di Brescia e provincia, nel periodo 2008 – 2012.

L’indagine che il Collegio sostiene, e presenta da ormai tre decenni, è stata svolta con l’obiettivo di evidenziare ed illustrare – per sintesi, e tenuto conto delle difficoltà tecniche relative all’esame di un campione di bilanci aggregati – i profili che maggiormente hanno qualificato gli aspetti economici delle imprese edili osservate nel quinquennio considerato.
Essa, pertanto, si focalizza sull’esame congiunto delle dinamiche reddituali e finanziarie, nonché degli assetti patrimoniali, utilizzando la tecnica dell’analisi di bilancio per indici, quozienti e flussi.

Lo strumento utilizzato per svolgere le considerazioni di seguito riportate è costituito da un campione, ottenuto grazie all’attività del Collegio e con il supporto della locale Camera di Commercio, composto da 1.373 bilanci di società di capitali con sede nella provincia di Brescia e con “Valore della produzione” annuo superiore a un milione di euro: si tratta, pertanto, di un campione aperto, avente ad oggetto i bilanci dal 2008 al 2012, nel quale – per ogni esercizio considerato – sono state inserite ed escluse le imprese che, rispettivamente, hanno superato o ridotto il parametro reddituale citato.
La metodologia adottata – in linea con gli approcci diffusi in dottrina e nella prassi professionale – si fonda sulla riclassificazione dei dati aggregati risultanti dai bilanci depositati per il periodo preso in considerazione e sulla conseguente selezione di indici, quozienti e dati segnaletici atti a rappresentare le condizioni di equilibrio economico delle imprese esaminate nei citati profili reddituale, monetario – finanziario e patrimoniale.
I contenuti del Rapporto possono rappresentare un concreto ausilio alle singole imprese di costruzione, utile sia per disporre di un quadro di settore sufficientemente analitico dal punto di vista anche temporale, sia per effettuare gli opportuni confronti delle proprie posizioni economico-finanziarie con quelle medie del comparto.
Il Rapporto, inoltre, può costituire un supporto altrettanto concreto per gli istituti di credito, i quali potranno disporre di un ulteriore strumento per valutare le aziende del settore, nonché le peculiarità che le caratterizzano.

Per questi motivi, il Rapporto – pur senza voler fornire risposte o soluzioni a specifici problemi, oggi particolarmente significativi e peraltro noti alle imprese ed agli operatori – delinea un quadro di riferimento – parziale, ma senza dubbio significativo – del settore delle costruzioni edili in Brescia e provincia.

Renato Camodeca

Dottore Commercialista Università degli Studi di Brescia


ANCE Brescia - Riproduzione e utilizzazione riservata ai sensi dell’art. 65 della Legge n. 633/1941