Print Friendly, PDF & Email
Servizio Sindacale - referenti: dott. Alessandro Scalvi - dott. Francesco Zanelli
Tel. 030.399133 - Email: info@ancebrescia.it
03.04.2018 - lavoro

INAIL – INCENTIVI ALLE IMPRESE – ART. 11, COMMA 5, D. LGS. 81/08 – AVVENUTA PUBBLICAZIONE DEL BANDO ISI 2017

INAIL ha provveduto a pubblicare il Bando ISI 2017 che riconosce, attraverso singoli Avvisi regionali/provinciali, incentivi a favore delle imprese che realizzino interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui all’art. 11, comma 5, del D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.
Per completezza, l’estratto di tale Avviso è allegato alla presente.
Al riguardo, come già in passato, l’Ente Sistema Edilizia Brescia (ESEB) ha attivato un servizio di consulenza finalizzato a consentire alle imprese interessate, purché iscritte alla Cassa Edile di Brescia, di usufruire, sussistendone i requisiti, degli incentivi di cui al Bando in parola.
Per il 2018, le risorse economiche messe a disposizione, pari a quasi 250 milioni di euro, ripartite in budget regionali indicati nei rispettivi Avvisi pubblicati sul portale informatico dell’Istituto, sono suddivise a seconda della tipologia del progetto e ricomprese in 5 Assi di finanziamento.
Le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale e iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura, possono presentare una sola domanda di finanziamento, che interessi una sola unità produttiva, avente ad oggetto una sola delle tipologie di intervento di seguito riportate:

  1. Progetti di investimento (Asse di finanziamento 1);
  2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (Asse di finanziamento 1);
  3. Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) (Asse di finanziamento 2);
  4. Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto (Asse di finanziamento 3);
  5. Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività (Asse di finanziamento 4);
  6. Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (Asse di finanziamento 5- sub Assi 5.1 e 5.2).

L’incentivo è costituito da un contributo in conto capitale, calcolato sulle spese ritenute ammissibili al netto dell’IVA, e spetta, per gli Assi da 1 a 4, nella misura del 65% dell’intervento, con le seguenti limitazioni.
Per gli Assi 1, 2, 3 il finanziamento massimo erogabile è pari a 130.000,00 euro, mentre il minimo si attesta a 5.000,00 euro. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato un limite minimo di finanziamento.
Per l’Asse 4, il finanziamento massimo erogabile è pari a 50.000,00 euro, mentre il minimo è pari a 2.000,00 euro.
Per l’Asse 5, il finanziamento spetta nella misura del 40% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.1, ossia la generalità delle imprese agricole, elevata al 50% per i soggetti destinatari dell’Asse 5.2., ossia giovani agricoltori. In ogni caso, il massimo erogabile è pari a 60.000,00 euro, mentre il minimo è pari a 1.000,00 euro.
Modalità e tempi di presentazione delle istanze – Prima fase
Dal 19 aprile 2018 e fino alle ore 18.00 del 31 maggio 2018, nella sezione Accedi ai servizi online dell’Inail, le imprese interessate, previa registrazione, avranno a disposizione una procedura informatica per l’inserimento guidato della domanda.
In tale fase sarà possibile effettuare tutte le simulazioni e modifiche necessarie, allo scopo di verificare i parametri associati alle caratteristiche dell’impresa e del progetto e che questi siano tali da determinare il raggiungimento del punteggio minimo di ammissibilità, pari a 120.
Se le caratteristiche del progetto sono in linea con quelle richieste dal Bando, sarà possibile partecipare alla fase successiva.
Modalità e tempi di presentazione delle istanze – Seconda fase
Dal 7 giugno 2018, inserite le domande, le imprese che hanno raggiunto la soglia minima di ammissibilità e inviato la domanda potranno accedere nuovamente alla procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le individuerà in maniera univoca.
Il codice identificativo attribuito alle imprese dovrà, infine, essere utilizzato nell’ambito della seconda fase del Bando, ossia quella del c.d. “click-day”, dedicato all’inoltro online delle domande di ammissione al finanziamento attraverso lo sportello informatico.
A tal riguardo, si ricorda che le date e gli orari per l’invio delle domande verranno pubblicati sul portale informatico dell’Istituto a decorrere dal 7 giugno 2018.
Le suddette date potranno essere differenziate, per ambiti territoriali o Assi di finanziamento, in base al numero di domande pervenute e alla loro distribuzione.
Terza fase – Pubblicazione degli esiti
L’elenco in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate sarà pubblicato, sul portale informatico dell’Inail, entro 14 giorni dalla chiusura della seconda fase, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità del contributo, ovvero fino alla capienza della dotazione finanziaria complessiva.
Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento dovranno far pervenire all’Inail, entro il termine di 30 giorni dal giorno successivo alla pubblicazione degli elenchi, tutti i documenti indicati nell’avviso pubblico per la specifica tipologia di progetto.
Tali elenchi, seppure provvisori, costituiscono, a tutti gli effetti, formale comunicazione dell’esito del Bando, fatta salva la possibilità per le aziende escluse di subentrare nella graduatoria in caso di decadenza di un’impresa per carenza di documentazione; in tal caso, le riscorse economiche non utilizzate saranno messe a disposizione dei soggetti destinatari inizialmente non ammessi per carenza di fondi.
Tale assegnazione verrà effettuata una sola volta, anche se il soggetto subentrante non ha inviato, a sua volta, il modulo di domanda e la relativa documentazione. A tal fine, i soggetti subentranti riceveranno, tramite PEC, invito formale a provvedere all’invio della propria domanda e la documentazione a suo completamento nei tempi e con le modalità previsti dal Bando.
Entro 40 giorni dalla pubblicazione degli elenchi provvisori verranno pubblicati gli elenchi finali contenenti l’ordine cronologico definitivo di tutte le domande inoltrate.
Tutte le informazioni utili al riguardo potranno comunque essere trovate negli Avvisi regionali con i relativi allegati, già disponibili sul portale informatico dell’Istituto.

Il Servizio Sindacale del Collegio resta a disposizione per ogni approfondimento normativo si rendesse opportuno; per quanto concerne, invece, l’assistenza nella predisposizione degli interventi, è senz’altro consigliabile, come già detto, che le imprese interessate, se iscritte in Cassa Edile, prendano direttamente contatto con ESEB.

 

Circolare Bando ISI