Print Friendly, PDF & Email
Servizio Autotrasporto - referente: rag. Enrico Massardi
Tel. 030.399133 - Email: enrico.massardi@ancebrescia.it
01.10.2018 - trasporti

INCENTIVI REGIONALI PER LA SOSTITUZIONE DEI MEZZI COMMERCIALI INQUINANTI

Sul Bollettino Ufficiale, Serie Ordinaria, n. 32 del 10 agosto 2018 è stata pubblicata la Delibera di Giunta regionale n. 499 del 2 agosto 2018 recante “Contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle MPMI attraverso l’adozione di incentivi all’acquisto di nuovi veicoli ad uso commerciale N1 ed N2 a basso impatto ambientale – Definizione dei criteri”.

Come già avvenuto in passato, Regione Lombardia ha deciso di incentivare la sostituzione dei veicoli inquinanti ad uso commerciale, mediante la messa a disposizione di 6.000.000 di euro per la dismissione e il contestuale acquisto di mezzi meno inquinanti.

Il provvedimento fissa, dunque, i criteri per del bando attuativo affidando a Unioncamere Lombardia l’attuazione e la gestione dell’iniziativa.

I beneficiari della misura sono le micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa in Lombardia che rottamano un veicolo commerciale, benzina fino a euro 1 incluso e diesel fino a euro 4 incluso e che acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un veicolo N1 o N2, per il trasporto in conto proprio, elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano e GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL).

Sono escluse dall’iniziativa le imprese di trasporto in conto terzi.

L’agevolazione, concessa in regime “de minimis”, consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto, proporzionale alla massa/peso del veicolo e limitatamente alla gamma di veicoli N1 ed N2, secondo la tabella seguente:

Sono ammissibili al finanziamento gli investimenti che prevedano:

► la contestuale rottamazione di un veicolo commerciale;
► l’applicazione da parte del venditore di uno sconto di almeno il 12% sul prezzo di listino (al 2 agosto 2018) del modello base.

Ciascuna impresa potrà presentare fino a due domande di contributo, a fronte di due veicoli commerciali rottamati di proprietà dell’impresa stessa.

L’assegnazione del contributo avverrà sulla base di una procedura valutativa “a sportello” con prenotazione delle risorse, in finestre temporali secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta e con graduatorie temporali. Le modalità di trasmissione delle istanze e le relative procedure saranno completamente informatiche.

Le modalità di prenotazione ed erogazione del contributo alle imprese stabiliscono che tutte le spese ammissibili dovranno:

► essere intestate al soggetto beneficiario;
► essere comprovate da fatture quietanzate, o documentazione fiscalmente equivalente, emesse dal fornitore dei beni/servizi, riportanti lo sconto almeno del 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali;
► essere comprovate da documentazione bancaria o postale, comprensiva di estratto conto, attestante il pagamento per intero del titolo di spesa esclusivamente da parte del soggetto beneficiario;
► riportare la dicitura “Spesa sostenuta a valere sul Bando “Rinnova Veicoli” specificando gli estremi del presente Bando. Si precisa che, in caso di investimento in leasing, la dicitura sulle fatture dovrà essere apposta da parte della società di leasing, che resta in possesso delle fatture stesse.

Scadenza
Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 14.30 del 16 ottobre 2018 fino alle ore 16.00 del 10 ottobre 2019.

La procedura per la presentazione delle domande è esclusivamente telematica tramite il sito http://webtelemaco.infocamere.it. Le istruzioni per profilarsi e compilare la domanda sono disponibili a questo link; è inoltre necessario indicare un indirizzo PEC, presso il  quale l’impresa elegge domicilio, ai fini della procedura relativa alla domanda di contributo.

La registrazione al sito www.registroimprese.it, è necessaria per accedere al sito http://webtelemaco.infocamere.it ed inviare la domanda di contributo: si suggerisce alle imprese che ancora non siano registrate di procedere con l’iscrizione almeno 48 ore prima della apertura del bando.

Il provvedimento dettaglia i passaggi e la documentazione necessaria per procedere alla prenotazione del finanziamento, a cui si rimanda per avere ulteriori dettagli (pagg. 45-46). Preme sottolineare, in questa sede, la necessità di avere già a disposizione il preventivo del venditore del nuovo veicolo.

Ricordiamo che il contributo è concesso con procedura valutativa “a sportello” con prenotazione delle risorse, in finestre temporali di 30 giorni, secondo l’ordine cronologico di invio telematico della richiesta e con graduatorie da adottare nei successivi 60 giorni dalla chiusura di ciascuna finestra temporale. Il procedimento di valutazione si compone di una fase di verifica di ammissibilità formale e una fase di valutazione tecnica.

L’istruttoria formale e tecnica verrà effettuata da Unioncamere Lombardia, anche tramite le Camere di Commercio, all’interno di ciascuna finestra mensile, nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione della domanda assegnato dalla procedura on line. La prima finestra ad eccezione delle seguenti non è mensile in quanto è aperta dal 16 ottobre al 30 ottobre.

L’istruttoria formale è finalizzata a verificare:

► la sussistenza dei requisiti soggettivi di cui al punto A4 (ivi compresi i requisiti peril rispetto del De Minimis di cui al punto B1);
► la tipologia di interventi agevolabili di cui al punto B2;
► il rispetto dei termini e della procedura di trasmissione della domanda di cui al punto C1.

Le domande formalmente ammissibili saranno sottoposte all’istruttoria tecnica che è effettuata sulla base del criterio di valutazione di sostenibilità ambientale del veicolo secondo i punteggi indicati di seguito:

Le imprese in possesso dei requisiti di ammissibilità che abbiano ottenuto una valutazione non inferiore a 40 punti saranno ammesse in base all’ordine cronologico di presentazione della domanda, all’interno di ciascuna finestra mensile.

Gli esiti delle istruttorie (formale e tecnica) effettuate da Unioncamere Lombardia, anche tramite le Camere di Commercio, saranno trasmessi da Unioncamere Lombardia al Responsabile del procedimento entro 50 giorni dalla data di scadenza delle finestre mensili del bando.

Ai fini dell’erogazione dell’agevolazione l’impresa dovrà necessariamente presentare la rendicontazione con modalità on line attraverso il sito http://webtelemaco.infocamere.it entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del decreto regionale di concessione del contributo e comunque non oltre le ore 12:00 del 30 dicembre 2019.

Anche per le modalità di rendicontazione il provvedimento individua nel dettaglio i singoli passaggi (per i quali si rimanda alla pagina 49).