Print Friendly, PDF & Email
Tel. 030.399133 - Email: info@ancebrescia.it
08.02.2018 - lavoro

TUTELA DEI DATI PERSONALI – PROSSIMA ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO REGOLAMENTO – APERTURA DI UN DOSSIER SPECIFICO SUL PORTALE INTERNET DELL’ANCE

In vista dell’entrata in vigore della nuova disciplina in materia di tutela dei dati personali, prevista per il prossimo 25 maggio, Ance ha creato, sul proprio portale internet, uno specifico “Dossier in materia di Privacy”, contenente tutti i riferimenti alla normativa, in particolare al Regolamento Europeo UE 2016/679, gli atti istituzionali pubblicati dalle competenti autorità, nonché i documenti elaborati, al riguardo, dalla Direzione Relazioni Industriali dell’ANCE stessa.
In tale Dossier, ANCE ha pubblicato, da ultimo, le “Linee Guida sui Responsabili della Protezione dei Dati (RPD)” apparse sul sito del Garante della Privacy lo scorso 15 dicembre.
In attesa di uno specifico approfondimento sulle stesse che ANCE si è riservata di diffondere a breve, le suddette Linee offrono interessanti spunti per l’applicazione del nuovo Regolamento generale per la protezione dei dati personali (General Data Protection Regulation o GDPR) e per garantirne una corretta compliance.
Esse, unitamente alle FAQ elaborate anche dal Garante, entrano nel merito di una delle principali novità del Regolamento ovvero la figura del Responsabile della protezione dei dati (RPD) o Data Protection Officer (DPO).
Il RPD o DPO è una figura di fondamentale importanza ai fini della responsabilizzazione (accountability) dei titolari del trattamento dati e per garantire un corretto adempimento alla normativa, aumentando nel contempo anche il margine competitivo tra le imprese.
Il DPO rappresenta, infatti, un’interfaccia fra tutti i soggetti coinvolti nella gestione della privacy nell’impresa o nell’ente: autorità di controllo, interessati, divisioni operative all’interno delle aziende e degli enti e il Regolamento riconosce a tale figura un ruolo chiave nel nuovo sistema di governance dei dati.
È fondamentale rammentare che il DPO non risponde dell’inosservanza al Regolamento, di cui rimangono unici responsabili il titolare e il responsabile del trattamento stesso.
Le Linee guida chiariscono, infine, i casi in cui è necessario nominare un DPO, di coloro cui spetta tale nomina, di quali sono le caratteristiche che deve avere la persona che ricopre tale ruolo, di come deve svolgersi tale ruolo, della posizione del DPO e dei suoi compiti.
Nel rinnovare la riserva circa la prossima diffusione della nota associativa di approfondimento del tema, le imprese possono fin d’ora visitare il Dossier ANCE e contattare il Collegio per qualsiasi ulteriore chiarimento si rendesse necessario.