IN EVIDENZA
Print Friendly, PDF & Email
Servizio Sindacale – dott. Francesco Zanelli - dott.ssa Sara Zoni
Tel. 030.399133 - Email: francesco.zanelli@ancebrescia.it
22.01.2021 - lavoro

INPS – COVID-19 – RIPRESA DEI VERSAMENTI DEI CONTRIBUTI – RATEAZIONE DELL’ULTERIORE 50% – MESSAGGIO 13 GENNAIO 2021, n. 102

Come si ricorderà, le norme emergenziali hanno previsto la sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali.

Con il messaggio n. 2871 del 20 luglio 2020 (v. Newsletter ANCE Brescia – n. 24/2020 del 25/07/2020), l’INPS ha illustrato le modalità con cui effettuare i versamenti sospesi, ossia attraverso il versamento in un’unica soluzione, entro il 16 settembre 2020, ovvero mediante rateizzazione in quattro rate mensili a partire dal 16 settembre 2020.

Successivamente, l’articolo 97 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, ha introdotto una nuova modalità di rateizzazione dei versamenti sospesi, prevedendo la possibilità per i contribuenti di versare:

– il 50 per cento delle somme oggetto di sospensione in unica soluzione entro il 16 settembre 2020 ovvero mediante ulteriore rateizzazione fino ad un massimo di quattro rate mensili entro il 31 dicembre 2020;

– il restante 50 per cento attraverso una rateizzazione fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili con prima rata entro il 16 gennaio 2021, ferma restando la possibilità di effettuare il pagamento in unica soluzione anche della restante parte delle somme dovute.

 

Con messaggio 13 gennaio 2021, n. 102, l’INPS ha fornito le indicazioni operative per il versamento rateizzato del sopra citato restante 50 per cento delle somme dovute, senza applicazione di sanzioni e interessi, fino ad un massimo di ventiquattro rate mensili di pari importo.

 

In via preliminare, l’INPS conferma quanto già espresso con comunicato del 13 gennaio 2021 (v. Newsletter ANCE Brescia n. 2/2021 del 16/01/2021), ossia che il versamento della prima rata del restante 50 per cento, se non eseguito entro il 16 gennaio 2021, sarà considerato valido anche se effettuato entro il 31 gennaio 2021.

L’Istituto ricorda, inoltre, che, per ciascuna gestione previdenziale, l’importo minimo di ognuna delle 24 rate non può essere inferiore a 50 euro.

L’INPS sottolinea come il mancato pagamento di 2 rate, anche non consecutive, comporterà la decadenza dalla rateizzazione di cui al citato art. 97 e sull’importo residuo saranno dovuti gli interessi legali con decorrenza dal 16 settembre 2020. Inoltre, in assenza di regolarizzazione di tale debito residuo, l’INPS trasferirà il relativo credito all’Agente della Riscossione, con la formazione dell’avviso di addebito avente valore di titolo esecutivo.

 

Per quanto riguarda le istruzioni operative, l’Istituto chiarisce che le aziende con dipendenti che intendano avvalersi delle disposizioni di cui al predetto art. 97 per il versamento delle ulteriori 24 rate mensili di pari importo (corrispondenti al rimanente 50 per cento delle somme dovute) provvederanno al pagamento tramite modello F24, compilando la “sezione INPS” con le modalità indicate nell’esempio di seguito riportato, utilizzando il codice contributo “DSOS” ed esponendo la matricola aziendale seguita dallo stesso codice utilizzato per la rilevazione del credito:

 

Codice sede Causale contributo Matricola INPS / Codice INPS /

Filiale azienda

 

Periodo dal

 

Periodo al

 

Importi a debito versati

  DSOS PPNNNNNCCCN9XX mm/aaaa mm/aaaa  

 

Nel caso in cui l’azienda usufruisca di più sospensioni con la medesima scadenza di versamento, deve compilare più righe del modello “F24” (una per ogni periodo oggetto di sospensione), valorizzando separatamente i codici corrispondenti, come nell’esempio seguente:

 

 

 

Infine, con riferimento ai committenti tenuti al versamento dei contributi alla gestione separata di cui all’art. 2 co. 26 della legge n. 335/95, per il versamento delle rate relative al restante 50% delle somme dovute, l’INPS rinvia alle modalità indicate nel proprio precedente messaggio n. 2871/2020 (par. 2.3).

 

Codice sede

 

Causale contributo

Matricola INPS / Codice INPS /

Filiale azienda

 

Periodo dal

 

Periodo al

 

Importi a debito versati

  DSOS PPNNNNNCCCN9XX 03/2020 03/2020  
  DSOS PPNNNNNCCCN9XX 04/2020 04/2020  

 

Allegato:

Messaggio numero 102 del 13-01-2021

 

 


ANCE Brescia - Riproduzione e utilizzazione riservata ai sensi dell’art. 65 della Legge n. 633/1941